top of page

Progetto in Sviluppo:
Marta Czok ARCHIVUM

Creare un archivio artistico per una collezione di arte non concerne soltanto la catalogazione esaustiva delle opere incluse, ma anche il valorizzarne le strategie di disseminazione, in modo tale che l’archivio possa rappresentare una risorsa accessibile e coinvolgente per il pubblico specializzato, o per chi vuole semplicemente venire a conoscenza dell’opera di un artista. L’archivio che stiamo costruendo con Fondazione Marta Czok è quindi concepito in modo innovativo, utilizzando nuove tecnologie di digitalizzazione e documentando il processo di archiviazione stessa come un progetto di ricerca, che racchiude in modo rigoroso considerazioni metodologiche, etiche e culturali. In questo senso, l’archivio può fungere anche come un progetto artistico/curatoriale assestante, che va ad integrarsi con l’operato artistico e lo contestualizza come patrimonio culturale.

Questo progetto vuole quindi avvalersi di diverse competenze nel campo: da quelle tecnologiche, usando anche la realtà virtuale ed il metaverso come ambiti di ricerca, a quelle curatoriali e artistiche, affinché il progetto abbia una valenza interdisciplinare che possa apportare innovazioni nell’arte contemporanea e rispondere alle nuove sensibilità in questo contesto.​

Screenshot_20240517_152234_Gallery (1).jpg
IMG_20231201_103132.jpg
IMG_20231201_150732 (1)_edited.jpg

La realizzazione di questo archivio prevede quindi i seguenti risultati:

  • Un catalogo digitale esaustivo delle opere di Marta Czok dagli inizi degli anni Ottanta fino ai giorni odierni;

  • Una pubblicazione esaustiva del lavoro di Marta Czok, che si avvale delle voci curatoriali e storiche di esperti internazionali nel settore;

  • La creazione di eventi e mostre dedicati a questo progetto, in collaborazione con istituzioni pubbliche e di ricerca a livello internazionale;

  • L’integrazione di nuove tecnologie per complementare sia il catalogo digitale che la sua disseminazione negli eventi qui menzionati.

Che cosa abbiamo realizzato fino a adesso:

  • Abbiamo cominciato un processo di catalogazione delle opere di Marta Czok, invitando i collezionisti delle sue opere in oltre quattro decadi a collaborare a questo progetto;

  • Stiamo sperimentando con nuovi metodologie di esperienza virtuale delle opere di Marta Czok, in collaborazione con AVR London e Anise Gallery a Londra;

  • Stiamo elaborando una pubblicazione su Marta Czok, a mano di Cesare Biasini Selvaggi, che si aggiunge ad un progetto di pubblicazione con diversi autori nel settore;

  • Il concetto di Archivum è inerente alla prossima retrospettiva di Marta Czok presso Palazzo Mathis di Bra (Settembre / Ottobre 2024).

bottom of page